GiottoFruit

Noce di Cocco

Noce di Cocco


Il cocco è originario dell'Arcipelago Indiano.
Il suo nome deriva dallo spagnolo coco che vuol dire
boccaccia, per via dei tre fori germinativi che si trovano
sulla base del guscio (uno aperto e due chiusi) simili
a una bocca e a due occhi.
Le fibre che avvolgono il frutto sono adatte per fabbricare
corde, spazzole e tappeti. All'interno della noce si
trova un liquido particolarmente dissetante chiamato
latte di cocco, ma dal cocco è possibile estrarre l'olio,
il burro, la farina e i grassi vegetali.
Il cocco si trova nelle Filippine, in Indonesia, in India, in
Brasile, in Florida, in Africa e Australia.
Si produce e si commercializza tutto l'anno.
Non ha bisogno di particolari cure.
Gli esperti bucano prima una delle tre macchie germogli
presenti sulla buccia ed estraggono il liquido, poi
sferrano un colpo di martello su una delle tre spine. A
questo punto il cocco si spacca ed è facile estrarre la
polpa bianca che si può consumare fresca oppure
essiccata. Grattuggiata è uno squisito ingrediente per
torte, biscotti e gelati.