GiottoFruit

Aglio

Aglio


L'aglio è originario delle steppe dell'Iran e dell'Afghanistan dove ad oggi cresce spontaneo. Fin da tempi antichissimi è giunto nel nostro Paese dove viene coltivato per uso alimentare. Considerato dai Greci e dai Romani una pianta sacra era particolarmente usato dai soldati perché si credeva li rendesse forti in combattimento. La medicina assegna all'aglio un ruolo importante nella cura di diverse patologie; nel Medioevo una treccia di aglio appesa in casa si credeva tenesse lontano tutti gli spiriti maligni. L'aglio primaticcio si produce da giugno a luglio; l'aglio secco da agosto a settembre. È coltivato in tutta Europa (specie Francia ed Italia), Asia ed America. La parte commestibile del frutto è costituita dal bulbo composto da 5-10 bulbilli detti spicchi, avvolti da una membrana interna di colore rossiccio e membrana esterna bianca. L'aglio secco si mantiene per mesi a temperatura ambiente. All'aglio si riconoscono molte proprietà terapeutiche: disinfettante, antisettico, riduce la pressione arteriosa, favorisce la diuresi, agisce sulla ghiandola tiroidea. Si consiglia di utilizzarlo a crudo dal momento che la cottura ne distrugge i principi attivi. È inoltre molto usato nella preparazione di svariate pietanze.